Cammariere emoziona con le 18 sognanti tracce di “Piano Nudo”

Si sogna e si viaggia col cuore e la fantasia con i diciotto brani solo pianoforte di “Piano Nudo” (Parco della Musica Records/Jando Music), il nuovo disco di Sergio Cammariere disponibile dal 14 maggio in tutti gli store e sulle piattaforme streaming. L’album, il secondo da solo al piano senza voce per l’artista crotonese classe 1960, raccoglie canzoni in stile modern jazz, alternando melodie e momenti di improvvisazione. Ad aprire la tracklist “La rotta degli alisei”, accompagnato dal videoclip per la regia di Miriam Rizzo e la fotografia di Daniele Ciprì, con la partecipazione di Leo Gullotta e, per la prima volta sullo schermo, il piccolo e bravo Marco Costantino, un lavoro che riporta tanto alla magia di “Nuovo Cinema Paradiso”.

Tra i brani, commuove “Le foto di Carlo”, dedicato al grande attore Carlo Delle Piane (scomparso nel 2019); emoziona “Lampedusa”, ispirato dalle storie di migranti che giungono sull’isola e quelli che non arrivano inghiottiti dal Mediterraneo; e coinvolge “Bar Bogart”, che ricorda il bar che negli anni ’80 fu gestito dallo stesso Cammariere a Firenze. Dopo aver pubblicato (insieme a Cosimo Damiano Damato) “Libero nell’aria” (Rizzoli), libro in cui ricostruisce il suo percorso ostinato per la realizzazione del proprio sogno, ed ora al lavoro ad un nuovo album di inediti e alla pubblicazione di un disco live del suo concerto al Teatro Sistina di Roma del 2003, Cammariere con “Piano Nudo” tiene in viaggio l’ascoltatore su note armoniose e incantate.

You May Also Like

Alghero Music Spotlight, un faro per i giovani

Moscato di Cordepazze: “Le canzoni sono il distillato della vita”

Psiker, creatività colorata in note

Marco Vezzoso, l’artigiano del jazz che ama suonare Vasco