Ibla: “La musica? Vita, ossigeno, respiro”

Volevo dare un nome a tutto quello che usciva dalla mia anima quasi per caso, a questa magia, e così ho pensato ad Ibla, perché legato alla mia terra in vari modi, ma soprattutto per una dea sicula che governa sia l’Inferno che la primavera, due cose opposte che vedo tantissimo nella mia arte, nel mio modo di scrivere e nel mio modo di vivere“, con la voce armoniosa che abbiamo imparato a conoscere ad Amici 20 parla Claudia Iacono, in arte Ibla, cantautrice 23enne di Agrigento che canta in italiano e in spagnolo riscaldando il cuore di chi la ascolta. Dal 9 aprile è disponibile in rotazione radiofonica “Libertad” (Isola degli Artisti), brano in cui l’artista racconta la storia di un sentimento simile ad una tempesta da cui è necessario uscire per sentirsi nuovamente liberi e consapevoli di se stessi e di ciò che si desidera realmente. “Se sono questa è grazie alla mia terra e alla sua ispirazione“.

Qui si può ascoltare l’intervista

Ibla, cos’è per te la musica?

Vita, ossigeno, respiro“.

Componi di fronte al mare?

Mi è capitato una, due volte. Di solito scrivo in solitaria perché ho bisogno di sentire semplicemente me stessa. Il mare resta comunque una fonte d’ispirazione, ha ispirato non so quanti poeti, soprattutto siciliani“.

Sei legata a qualcuno in particolare?

Sentimentalmente o come poeta?

Come poeta o poetessa, ma a questo punto m’incuriosisce: dimmi anche se sei legata a qualcuno sentimentalmente…

Sono legata a qualcuno sentimentalmente… Per quanto riguarda artisti, sicuramente Rosa Balistreri che era una ‘cunta’ storie, da noi i ‘cunta’ storie sono i cantautori di oggi. Lei per me è stata una grandissima fonte d’ispirazione e la stimo sia come artista che come donna. Poi sicuramente abbiamo Pirandello, uno scrittore epocale. Poi c’è Leonardo Sciascia. Ce ne sono veramente tantissimi“.

Invece tra i narratori televisivi ti sei incrociata con Maria De Filippi. Com’è stato l’incontro con lei?

Bellissimo, molto particolare, l’ho sempre vista in tv quindi nel momento in cui l’ho avuta di fronte mi ha fatto un po’ impressione perché è un colosso della tv. In generale ‘Amici’ è stato un bellissimo traguardo, un percorso di grande crescita. Io mi sento cambiata da questa situazione. Ho aumentato la consapevolezza di me“.

Qual è il ricordo più bello di questa esperienza?

Un po’ tutta è un bel ricordo, anche fatta di alti e bassi, ma ci sta… Sicuramente l’immagine che ho fissa in testa è la mia entrata e poi quando presi la maglia del serale“.

C’è qualcosa che ti è stato detto ad “Amici” che ti emoziona ancora oggi?

Quando, dopo aver cantato, in particolare è successo con ‘Sognami’, mi hanno detto, anche i miei colleghi, che gli sono arrivata dritta al cuore e che anche loro in quello che avevo scritto hanno rivisto la loro vita, la loro storia. Questo per me è fondamentale“.

Come sta continuando adesso il tuo percorso musicale?

Sto continuando a scrivere in maniera esagerata, non mi fermo per adesso, sono proprio un fiume in piena. Spero che questa cosa continui il più possibile. Mi sto preparando per i live, sperando che ci siano quest’estate. Poi sto preparando l’album, cose da far uscire tra poco tempo, a breve“.

Nel nuovo disco ci saranno brani sia in italiano che in spagnolo?

Esatto“.

Cantando in spagnolo, in quale paese latino ti piacerebbe entrare in top ten?

In tutto il mondo si può dire?

Certo! Questo è un bel desiderio a lungo termine, ma cosa desideri per la prossima estate, a parte i live?

Credimi, la cosa che più voglio fare è il live. Ad ‘Amici’ è vero che abbiamo fatto live, però voglio fare dei live senza distacco col pubblico, una cosa che mi manca tantissimo. Io vengo dalla strada, dalla gente che finisci di cantare e ti abbraccia. Nel momento in cui realizzo questo che ad oggi è il mio sogno più grande, penso ad altro…“.

Nell’incrociare le dita per questo tuo sogno, ti chiedo se mi lasci una frase di una tua canzone a cui in questo momento sei più legata….

Semplicemente il ritornello di ‘Libertad’: ‘amor che viene amor che va, non rinunciamo alla libertà’… Scriviamolo in italiano, magari arriva pure meglio!“.

TESTO DI LIBERTAD

Yo soy el fuego

Yo soy el aire

Yo puedo hacer todo lo que quiero

Yo soy calma, yo soy tormenta

Yo puedo hacer todo lo que quiero

Encadenaste mi sueño por celo

Y lo llamaste amor

Me hiciste pequeña y sola

Y lo llamaste amor

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

Me sentí bien, me sentí apreciada

La primera vez que me miraste

Tu cara limpia y tu dulce voz

Desaparecieron con el tiempo

Encadenaste mi sueno por celo

Y lo llamaste amor

Me hiciste pequeña y sola

Y lo llamaste amor

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

Amor que viene, amor que va

No renuncies a la libertad

Y ahora mira, mira

Come son diventata da quando te ne sei andato

Y ahora mira, mira

Che no mi ferma neanche un terremoto

Y ahora mira, mira

Che il male che mi hai fatto ti è tornato indietro

Y ahora mira, mira

Y ahora mira, mira

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

Amor que viene, amor que va

No renuncies la libertad

You May Also Like

Alghero Music Spotlight, un faro per i giovani

Moscato di Cordepazze: “Le canzoni sono il distillato della vita”

Psiker, creatività colorata in note

Marco Vezzoso, l’artigiano del jazz che ama suonare Vasco