Yasmin, quando a causa del Covid ci si sente molto soli

“Un grido delicato ma urgente, che racconta quello che stiamo attraversando a causa del Covid”, questo l’esprit di “Alarm Clock”, il singolo di debutto di Yasmin, la cantautrice che fotografa le notti insonni della generazione Z alle prese con la pandemia. Il brano è cantato in inglese dall’artista romana bilingue fin dalla nascita, con mamma italiana e papà pachistano. “Crescere in una famiglia mista mi ha sempre fatto sentire figlia del mondo – racconta Yasmin -. Sono nata dall’incontro tra Oriente e Occidente e questo mi ha stimolato la creatività”. Ad accompagnare il brano il videoclip girato a Roma da Gianluca Mitrione, con fotografia e montaggio a cura di Giuliano Gastaldi. Scritto e cantato da Yasmin, “Alarm Clock” (produttore esecutivo Alessandro Barocchi, produttore artistico e arrangiamenti Roberto Lanzo) anticipa l’album d’esordio in uscita nei prossimi mesi.

TESTO “ALARM CLOCK”

Cause it can get quite lonely

in your bed by yourself

(perché ci si può sentire molto soli

nel proprio letto, di sera)

while you keep reminiscing

abou tsomebody else

(quando inizia a ripensare a qualcuno)

When the laughter has ended

 Idon’t feel like going home

(quando le risate sono finite

non mi va di tornare a casa)

all the times we’ve pretended

I don’t like being alone

(e tutte le volte che abbiamo fatto finta

non mi piace stare da sola)

those 3 am thoughts that start crawling in my mind

(quei pensieri delle tre di notte

che si insinuano nella mia testa)

the sky is painted blue

and it’smaking me blind

(il cielo è tinto di blu tristezza

e mi sta accecando)

million conversations I keep having in my head

someone make them stop cause I want to go to bed

(nella mia testa si affollano milioni di conversazioni

qualcuno le fermi perché voglio dormire)

and I can’twait the alarm clock rings

driving me away from allthesethings

(non vedo l’ora che la sveglia suoni

per allontanarmi da questi pensieri)

cause I keep over thinking

but when the clock starts ringing

it’s like my thoughts weren’t even there

(perché continuo a pensare troppo

ma quando la sveglia suona

è come se non avessi mai pensato a niente)

and I keep rolling in my bed all night

every now and then I hope I’llsee the sunlight

(e continuo a girarmi nel letto

sperando di vedere presto la luce del sole)

and I keep rolling in my bed all night

every now and then IhopeI’ll see the sunlight

(e continuo a girarmi nel letto

sperando di vedere presto la luce del sole)

I don’t know what it is that keep striggering my mind

(non so cosa sia che continua a sollecitare la mia mente)

if I could visualise I don’tknowwhat i could find

(se potessi visualizzare non so cosa vedrei)

it’s something deep inside of me

it’s very hard to see

(c’è qualcosa dentro di me, è difficile da vedere)

it’s darker than the sky and it’s colder than the sea

(è più nero del cielo e più freddo del mare)

those 3 am thoughts that start crawling in my mind

(quei pensieri delle tre di notte

che si insinuano nella mia testa)

the sky is painted blue

and the stars are aligned

(il cielo è tinto di blu

e le stelle sono allineate)

million conversations I keep having in my head

someone make them stop cause I want to go to bed

(nella mia testa si affollano milioni di conversazioni

qualcuno le fermi perché voglio dormire)

and I can’t wait the alarm clock rings

driving me away from all these things

(non vedo l’ora che la sveglia suoni

per allontanarmi da questi pensieri)

cause I keep over thinking

but when the clock starts ringing

it’s like my thoughts weren’t even there

(perché continuo a pensare troppo

ma quando la sveglia suona

è come se non avessi mai pensato a niente)

and I keep rolling in my bed all night

every now and then I hopei’ll see the sun light

(e continuo a girarmi nel letto

sperando di vedere presto la luce del sole)

and I can’t wait the alarm clock rings

driving me away, driving me away

(non vedono l’ora che la sveglia suoni

che mi porta via

che mi porta via)

You May Also Like

Alghero Music Spotlight, un faro per i giovani

Moscato di Cordepazze: “Le canzoni sono il distillato della vita”

Psiker, creatività colorata in note

Marco Vezzoso, l’artigiano del jazz che ama suonare Vasco