“Voi come Noi”, gli Stadio suonano sul tetto del Policlinico Sant’Orsola di Bologna per dire grazie a chi in corsia combatte il Covid-19

Gli Stadio cantano per chi sta in trincea a causa dell’emergenza Covid-19, in particolare sposano nuovamente un progetto nato in corsia al Policlinico Sant’Orsola di Bologna con il dottore Mario Cavazza. Dopo il videoclip “Voi come noi” (di prossima pubblicazione sui canali ufficiali della band) realizzato insieme ad alcuni medici e infermieri di questo ospedale sulle note di “Generazione di fenomeni”, la band riaccende la propria musica sabato 27 giugno alle ore 20.30 sulla terrazza del Padiglione 23 del Policlinico felsineo e in diretta streaming (https://www.facebook.com/events/298136678244176/) per lanciare la raccolta fondi (Iban Fondazione Policlinico Sant’Orsola IT72I0847236760000000101617 – Causale: “Voi come Noi”) in favore del personale sanitario dell’ospedale bolognese e per l’acquisto di DPI per due ospedali siciliani – l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e l’Ospedale Umberto I di Siracusa -. In questa occasione i sanitari dei tre ospedali si trasformeranno in “ballerini per una notte”, realizzando coreografie sulle note degli Stadio. In più, per un abbraccio ideale a tutta l’Italia, sono previsti contributi in diretta di Noemi, Paolo Fresu e i Solis String Quartet. In scaletta ci saranno sicuramente Un disperato bisogno d’amore, La sera dei miracoli, Chiedi chi erano i Beatles. Tra la passione per Lucio Dalla e la voglia di continuare ad emulare i Beatles che suonarono sul tetto per il loro ultimo concerto del 30 gennaio 1969, al centro ci sarà questa nostra “Generazione di fenomeni, tutti eroi”, medici ed infermieri.

“Voi come Noi sarà la nostra festa del Ringraziamento. Non ci sarà il tacchino, ma attraverso la nostra musica esprimeremo gratitudine e vicinanza nei confronti dei medici, degli infermieri e di tutto il personale sanitario che si è battuto in trincea per difenderci da questa terribile pandemia” (Gaetano Curreri)

You May Also Like

Alghero Music Spotlight, un faro per i giovani

Moscato di Cordepazze: “Le canzoni sono il distillato della vita”

Psiker, creatività colorata in note

Marco Vezzoso, l’artigiano del jazz che ama suonare Vasco