Fiabesco Leon Faun con la sua “Gaia”

È una canzone che richiama favola e leggenda citando il capitano Jack Sparrow dei Pirati dei Caraibi e Mairon che, nella mitologia creata da Tolkien, da essere degno di ammirazione divenne una creatura malvagia. Da venerdì 20 marzo su tutte le principali piattaforme digitali è approdata “Gaia” (su etichetta AAR Music e Thaurus Music) del diciannovenne Leon Faun. Il brano prende vita su note un po’ rap e un po’ trap che ricordano quelle di Tha Supreme, una singolarità non trascurabile visto che entrambi i giovani che si affacciano alla scena musicale con nickname – Leon Faun è Leon de la Vallée e Tha Supreme è Davide Mattei – sono di Fiumicino, città nota più per l’aeroporto che per il suo mare che nel video di “Gaia” viene richiamato dalla spiaggia. Ma sulla riva a spiccare il volo è Leon che si presenta quasi quale novello Fauno delle Cronache di Narnia in un magico arredamento con tanto di orologio a pendolo. Ma noi siamo come Lucy pronti ad ascoltare la storia di un nuovo incantesimo?

You May Also Like

Alghero Music Spotlight, un faro per i giovani

Moscato di Cordepazze: “Le canzoni sono il distillato della vita”

Psiker, creatività colorata in note

Marco Vezzoso, l’artigiano del jazz che ama suonare Vasco