Il corto “Ma tutto questo Alice non lo sa!” conquista i festival ed è atteso nelle scuole

Emoziona e riesce a trattare una tematica delicata come l’abuso sui minori in punta di piedi: è il cortometraggio “Ma tutto questo Alice non lo sa!” del regista Alessandro Carrieri. Ops ha intervistato il cineasta durante le riprese (https://www.opsblognews.it/2022/09/02/alessandro-carrieri-impegno-sociale-e-linguaggio-immaginifico/) ed ora, in occasione della XVI edizione del concorso Tulipani di Seta Nera (4-7 maggio), di cui da poche ore si è chiuso il conteggio delle visualizzazioni per l’assegnazione del premio del pubblico del mondo digitale, questo blog ha avuto modo di vedere l’opera che, attraverso un linguaggio fiabesco e onirico, racconta il dramma di chi da adulto cerca giustizia del male subìto da piccolo. Il lavoro, dotato di infinita sensibilità, ha la forza della denuncia espressa in un linguaggio comprensibile ai bambini. È stato molto bravo tutto il cast – Ornella Muti, Eleonora Siro, Cristian Stelluti, Filippo Dorigato, Angelica De Caro, Maria Vittoria DI Matteo, Luca Varone (i nomi sono in ordine di presentazione dalla scheda tecnica) – e, ancor più, è stato bravo il regista Alessandro Carrieri, che è autore anche del soggetto e della sceneggiatura.

Dopo aver raccolto già attestazioni di stima in giro per il mondo – Menzione d’onore all’Athens International Monthly Art Film Festival ad Atene, Miglior Corto Drammatico e Miglior Montaggio al Crown Point Film Festival a Chicago (Usa), ufficialmente selezionato all’Anatolia International Film Festival ad Istanbul (Turchia) e al festival Iconic Images Film Festival in Estonia, il 10 giugno atteso al Golden Femi Film Festival di Sofia (Bulgaria) -, “Ma tutto questo Alice non lo sa!” sarà distribuito su canali tv e piattaforme con una programmazione dedicata ai cortometraggi, ma soprattutto sarà portato in giro nelle scuole medie e superiori grazie alla collaborazione dell’Ass. Onlus “La caramella buona”, incontrando il pubblico dei giovani che va attenzionato sulla delicata tematica qui affrontata con estrema sensibilità.

You May Also Like

“Te l’avevo detto”, un film tremendamente visionario

“Arf”, il racconto animato del candore che sfidò il dittatore

“Il punto di rugiada”, l’incanto di un film d’autore

Quando un film si fa specchio delle distorsioni social