“Il Maestro”, riflessioni post Covid di un’italiana a Dubai

La sua vita s’intreccia con quella della protagonista Anna: un’artista italiana che vive tra Lugano e Dubai, e i cui affetti sono il marito e i due figli. È da poco uscito per Cairo EditoreIl Maestro” di Melanie Francesca: giornalista di costume, scrittrice, artista e personaggio televisivo. Anche chi non ha letto i precedenti libri della trilogia iniziata con “L’Occidentale” e proseguita con “La donna perfetta”, può apprezzare quest’opera che offre lo sguardo mediorientale sull’Italia di oggi, ma anche su tanti aspetti della vita che sono cambiati dal Covid in poi, in particolar modo come il web sia entrato con più forza nella nostra quotidianità, interponendosi nelle nostre relazioni interpersonali. Il racconto è strutturato in tre parti e descrive: una vita parigina di inizio Duemila tutta dedita alla ricerca di se stessi e due volti di Dubai, prima del Covid e dopo il Covid, con problemi legati all’affermazione della donna nella sfera privata e in quella pubblica. “Il Maestro” si fa guida per un percorso di accettazione e consapevolezza del sé, a cui si aggiungono riflessioni svariate su politica ed economia internazionale, il tutto passando per la lente di chi ama l’arte. L’opera coinvolge molto le donne, ma incuriosirà facilmente anche gli uomini!

You May Also Like

I punti chiave per un monologo vincente evidenziati da Franca De Angelis

Esistenze tra le crepe: Evelina Nazzari dà voce alle “Solitudini urbane”

Eltjon Bida, quando uno straniero diventa di casa

Nino Capobianco e Fragneto Monforte, un connubio di memoria e dedizione