“Free-Liberi”, l’avventura non ha età

Tutte le età hanno i loro colori vivaci, anche la cosiddetta “terza”. Nel film “Free-Liberi” di Fabrizio Maria Cortese ne sono la prova cinque simpaticissimi e variopinti personaggi: Rocco (Ivano Marescotti), trader fallito; suo fratello Luchino (Enzo Salvi), cuoco ossessivo compulsivo; Antonio (Babak Karimi), ex-capitano di lungo corso; Erica (Corinne Clery), ex-cantante cardiopatica; e Mirna (Sandra Milo), arrivata in Italia dalla Serbia allo scoppio delle guerre jugoslave. Annoiati dalla quotidianità della casa di riposo dell’Opera Don Guanella di Roma diretta da un “sacerdote-animatore” (Tullio Solenghi), condividono a pieni polmoni l’avventura di Mirna che ha appena saputo che il grande amore della sua vita, il pluriricercato Dragomir (Antonio Catania), vive nascosto nel Salento. Il viaggio, da Roma alla Puglia, è la prova che basta la consapevolezza della propria freschezza interiore per non invecchiare mai. Il film, delicato e allegro, è anche un omaggio al cinema, con la storia parallela di una sala Odeon che rischia di chiudere all’avvento del digitale, a causa dell’intenso profumo nostalgico del sapore della pellicola. Fedele alla settima arte e amante di ciò che è controcorrente, dopo l’uscita sulle piattaforme e il successo di Venezia (il film è stato presentato alla 77esima Mostra), la Ismaele Film aderisce alla campagna “Solo Al Cinema” per il rilancio della filiera cinematografica annunciando l’uscita di “Free – Liberi” – commedia prodotta da Golden Hour Films con Rai Cinema, e realizzata con il sostegno di Apulia Film Commission/Regione Puglia -, nelle sale pugliesi a partire dal 26 agosto. In particolare, la prima proiezione è al Multicinema Galleria di Bari alle 20.45, alla presenza del regista Fabrizio Maria Cortese, degli attori Marco Marzocca, Sergio Friscia e Martina Palmitesta e del produttore Vito Caggianelli. Sono in programma tanti altri appuntamenti, da Molfetta e Conversano a Monopoli e Polignano. Sulla pagina Facebook di “Free – Liberi” (https://www.facebook.com/freeliberi) verranno resi noti tutti gli aggiornamenti del calendario (durante le proiezioni verranno osservate tutte le norme previste dal protocollo sanitario e per accedere in sala sarà necessario mostrare il green pass).

You May Also Like

Karawan, quando l’incontro tra culture passa dal sorriso

Roberto Benigni, la purezza dei sentimenti di un cineasta poeta

I bambini, un tesoro da salvare: meraviglioso il film “Figli del sole”

“Dau. Natasha”, il film che fa respirare l’aria asfissiante della totalitaria Urss