“Green girls” di Christiana Ruggeri: gli esempi virtuosi di 32 giovani ribelli per amore del pianeta

Un dramma evitabile è la morte degli animali che inghiottono il “sigillo di sicurezza che ogni bottiglia ha sotto il tappo: una volta aperta la bottiglietta, il sigillo, un cerchietto di plastica sottile, esce dal collo della bottiglia e, come un anello, diventa un cappio intorno al collo di uccelli, pesci e persino rettili. Si infilano dentro, non riescono a liberarsene e restano uccisi, soffocati o incapaci di deglutire acqua e cibo. Prima di gettarlo nella differenziata, gli attivisti come Lilly si premurano di spezzarlo, così non crea danni“. Parte da questo fulgido esempio di un gesto semplice ed ecologista e dalla figura dell’olandese Lilly Platt, che a 9 anni dichiara guerra alla plastica, il libro “Green girls. Storie vere di ragazze della parte del pianeta terra” scritto dalla giornalista degli esteri del Tg2 Christiana Ruggeri, con le illustrazioni di Susanna Rumiz, edito da Giunti (pagine 160, prezzo 16 euro). In autunno l’opera sarà tradotta da un editore di New York, conquistato dall’unicità di questo viaggio attorno al mondo attraverso le azioni di giovani attiviste a salvaguardia dell’ambiente. Dall’Italia all’Uganda, dal Canada all’Ecuador, dalla Nuova Zelanda alle Filippine, sono riportate le testimonianze di 32 ragazze che si battono per la biodiversità dei territori in cui vivono, in certi casi anche a rischio della propria vita. Hanno cominciato nel loro piccolo anche prima di Greta Thunberg, ma l’esempio dell’attivista svedese le ha fatto fare “rete”. A volte subiscono bullismo e attacchi di haters, ma non desistono, evidenziando che da piccoli gesti quotidiani e manifestazioni pacifiche può e deve partire la rivoluzione a tutela dell’ambiente: basta aguzzare l’ingegno e sensibilizzare tutti, dal vicino di casa ai governanti, per attuare il cambiamento. Il libro è scritto in maniera semplice e discorsiva con il testo che poggia su un fondo colorato che rende la lettura piacevole agli occhi. Si rivolge alle giovanissime, ma è talmente ricco di notizie e curiosità provenienti da tutto il pianeta e di comportamenti virtuosi che si fa leggere da tutti, a tutte le età.

You May Also Like

Nino Capobianco e Fragneto Monforte, un connubio di memoria e dedizione

Ilaria Vajngerl, quando “Le magie” si fanno in racconti

Federico Lazzerini, le chiavi di lettura del marketing post Covid

La rivincita di “carta e penna” nei giovani