La “cassetta degli attrezzi” degli psicologi si fa coinvolgente lettura per i non addetti ai lavori

È in libreria “Il gruppo come cura” (Cortina Editore), il nuovo lavoro di Claudio Neri, neuropsichiatra, docente presso le Università di Roma La Sapienza e di Torino e visiting professor dell’Università Lumière-Lyon II. Il testo, come spiega il comunicato stampa, “affronta il tema dell’analisi di gruppo facendo uso di due distinte modalità di narrazione. La prima illustra idee e teorie con la presentazione dei protagonisti: l’analista, il gruppo stesso e le persone che lo compongono. Nella seconda parte, attraverso il racconto di sette sequenze di sessioni di analisi, Neri mette in luce le funzioni-idea capaci di trasformare un gruppo in un gruppo analitico”. “Il gruppo come cura” costituisce il seguito ideale di “Gruppo”(Cortina Editore, 2017), che ha venduto più di 13.000 copie in Italia, è uscito in due edizioni in Francia (Dunod e Érès) ed è stato tradotto in inglese (Jessica Kingley), tedesco (Psychosozial-verlag), spagnolo (NuevaVisión) e portoghese (Imago editora). “Gruppo” aveva come tema la struttura del gruppo analitico, mentre “Il gruppo come cura” si concentra sulla clinica e presta particolare attenzione al tema dei fattori e dei processi terapeutici specifici. “Questo libro – spiega il dottor Claudio Neri nella nota stampa – nasce da un’esigenza profondamente sentita. Ho avvertito che era mio compito trasmettere il metodo di lavoro che avevo messo a punto in tanti anni e che si era dimostrato utile ed efficace. Mi auguro che possa trovare posto nella ‘cassetta degli attrezzi’ di psicologi, psicoterapisti, psichiatri, operatori di comunità e infermieri. Spero inoltre che gli studenti di psichiatria e di psicologia possano trovarlo utile per avvicinarsi all’analisi di gruppo”. Da qui, l’eccezionalità di questo testo che, se è un utile strumento di lavoro, è anche una lettura coinvolgente per i non addetti ai lavori. Seguendo, in particolare, l’analisi di Gianna (nome di fantasia), chi è del mestiere vi leggerà l’approccio scientifico, chi non lo è, oltre a scoprire la carica umana insita nella sua storia, troverà delle chiavi di lettura interessanti per comprendere i propri percorsi di vita, anche se non sono propriamente come quelli della donna in questione. A condurre per mano in questo viaggio di umana comprensione è il dottor Claudio Neri che scrive in un linguaggio colloquiale, facile, coinvolgente e che, dopo aver letto il libro, si ha la sensazione di conoscere anche se non lo si è mai incontrato. Leggere questo libro è il modo migliore per regalarsi un momento tutto per sé, introspettivo e di conoscenza.

You May Also Like

Nino Capobianco e Fragneto Monforte, un connubio di memoria e dedizione

Ilaria Vajngerl, quando “Le magie” si fanno in racconti

Federico Lazzerini, le chiavi di lettura del marketing post Covid

La rivincita di “carta e penna” nei giovani