Un nuovo capodanno sulle punte per Rai1 nel segno dell’eleganza di Roberto Bolle che unirà il classico al pop rock

“Un modo importante e bello di iniziare un nuovo anno”: Roberto Bolle torna il 1 gennaio 2021 in prima serata su Rai1 con “Danza con me” (#danzaconme, per la regia di Cristiano D’Alisera, è prodotto dall’ammiraglia Rai in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl), di cui non solo è protagonista – questa volta con stili di danza anche non suoi e come cantante -, ma pure ideatore e direttore artistico. Al suo fianco, in conduzione, ci sarà un trio d’eccezione: Francesco Montanari, Stefano Fresi e Miriam Leone. “Eleganza, grazia, memoria, armonia”, come ricorda il direttore di Rai1 Stefano Coletta in conferenza stampa streaming, saranno le linee guida del programma (che è stato registrato ad ottobre nei capannoni Ansaldo) nel segno di “idee nuove”. Dalle pagine del libro “Il ballo” di Irène Némirovsky, Coletta sottolinea il senso di questa quarta edizione, cioè “la danza come accettazione delle diversità. Bolle – dice Coletta – punta su quadri dal profondo significato civile, con messaggi inclusivi, liberi da pregiudizio”. “In un periodo terribile in cui lo spettacolo, l’arte e il mondo sono paralizzati, tenuti in ostaggio dalla paura, mi piace pensare a ‘Danza con Me’ come ad una trincea di resistenza, dove custodire e difendere l’Arte e la bellezza, nell’attesa di poter tornare a riprenderci i nostri spazi”, evidenzia Bolle. L’ospite più atteso si conferma Vasco Rossi, che manca dagli studi televisivi dal 2005 e che ha scelto “Danza con me” per lanciare “Una canzone d’amore buttata via”. Ma dal cilindro di un magico Bolle escono tante sorprese. Michelle Hunziker si esibirà con lui in un numero di musical; alla showgirl, inoltre, è affidata la presentazione di un pezzo contro la violenza sulle donne. Ghali offrirà al pubblico la sua musica, ma anche un’interpretazione toccante della poesia dell’attivista per i diritti civili Maya Angelou “Still I Rise” che verrà interpretata dalla danza di Carlos Kamizele, ballerino di street dance. La sfida per Diodato, vincitore del festival di Sanremo 2020, sarà ballare; mentre per il telecronista Fabio Caressa quella di tentare di avvicinare gli amanti del calcio alla danza.

Simbolo di rinascita con la sua arte sulle punte, Roberto Bolle sarà in tv, ma è anche l’ispiratore di un cortometraggio animato pieno di speranza. È stato varato “Danzeremo ancora insieme”, realizzato dal settimanale Vanity Fair e lo studio di animazione Mad Entertainment sui cui canali social è visibile. “Ho pensato a tutte le difficoltà del diventare un ballerino e alle difficoltà che noi tutti stiamo vivendo in questo periodo per uscire dalle avversità”, è la dichiarazione di Francesco Filippini, ideatore e regista del corto, che si avvale della musica originale composta da Dario Sansone, leader dei Foja.

You May Also Like

Prime Video, l’hub di intrattenimento che valorizza i talenti italiani

“Di4ri”, la serie sulla preadolescenza che conquisterà tutti

“Don Matteo 13”: un brand a cui è difficile rinunciare

Con “Noi” arriva un carico di umanità autentica