Dalla Spagna un caper movie sorprendente: “70 Binladens – Le iene di Bilbao”

Geniale è “70 Binladens – Le iene di Bilbao” di Koldo Serra (cineasta nato a Bilbao, classe 1975), un film che può essere inserito nel genere dei caper movie (in italiano le pellicole del furto ad effetto, un sottogenere del thriller), a cui si rifà il classico di Quentin Tarantino richiamato nel sottotitolo, ma dallo straordinario tocco leggero. Ambientato in una filiale di banca teatro di una rapina che assumerà toni surreali, “70 Binladens – Le iene di Bilbao” fa leva sulla forza dei suoi personaggi, caratteri ben delineati e quasi tutti sopra le righe. Al centro della vicenda c’è una donna (interpretata da una camaleontica Emma Suárez) che prova a chiedere un prestito: ha le ore contate per trovare la somma di 35mila euro. Però, incappando in una strana coppia di rapinatori (lei è Nathalie Poza e lui Hugo Silva), tutta la sua storia prende una piega sorprendentemente spiazzante, grazie anche alla presenza di un poliziotto al tempo stesso empatico e disarmante (Daniel Pérez Prada). Il titolo della pellicola si rifà ai “binladens” che nello slang spagnolo sono i biglietti da 500 euro che come Bin Laden forse nessuno ha mai visto! “70 Binladens – Le iene di Bilbao” è eccezionale: è carico di una vena umoristica incredibile e conserva l’adrenalina della rapina.

Il film di Koldo Serra è l’anteprima di apertura della 13esima edizione del Festival del cinema spagnolo e latinoamericano che approda al Cinema Farnese di Roma dal 2 al 7 ottobre, dopo aver già fatto tappa a Messina, Napoli e Campobasso. Tra le novità della manifestazione, il Premio del Pubblico, frutto del voto degli spettatori nelle quattro città, espresso su www.cinemaspagna.org, e che sarà proclamato il 7 ottobre nell’evento speciale di chiusura. Come di consueto, la rassegna – curata e organizzata da Iris Martin-Peralta e Federico Sartori – offre una selezione di qualità delle ultime uscite del cinema spagnolo e latinoamericano in versione originale sottotitolata in italiano, con titoli inediti e imperdibili come “70 Binladens – Le iene di Bilbao”.

You May Also Like

“Tutti amano Jeanne”, Céline Devaux prova a raccontare la depressione con infinita leggerezza

Karawan Fest, abbatte i muri con i film e il sorriso

Carlos Eichelmann Kaiser, una toccante storia di accettazione e comprensione

I registi Beronio e Tafuri in un viaggio attorno al teatro guidati dal filosofo Sini