“Interrompo dal San Paolo”, quando l’urlo del gol alla radio si fa rosa di emozioni

Venti donne, un solo cuore: quello azzurro del Napoli. È in libreria “Interrompo dal San Paolo” della Giammarino Editore, una raccolta di racconti che hanno per filo conduttore i radiocronisti di “Tutto il calcio minuto per minuto” che raccontano i gol dei grandi del Napoli, da Omar Sívori a Lorenzo Insigne, passando per i tanti che hanno reso magica la maglia. In copertina campeggia il numero 10 e questa cifra basta a Napoli per cuori che battono all’unisono. Le scrittrici, per lo più giornaliste, che hanno preso parte a questa antologia – Emma Di Lorenzo, Adriana De Maio, Maria Teresa Baldi, Argia Di Donato, Gabriella Galbiati, Titti Improta, Daniela Volpecina, Iolanda Stella Corradino, Francesca Flavio, Ilaria Mennozzo, Serena Li Calzi, Renata Scielzo, Alessia Bartiromo, Taisia Raio, Melina Di Marino, Sabrina Uccello, Sonia Sodano, Gabriella Calabrese, Nunzia Marciano e Valeria Grasso – declinano sentimenti semplici attorno alle emozioni forti regalate dal pallone. Raccontano di bambine appassionate di calcio o di donne perdutamente innamorate, ma sono tutte storie che hanno quel ruvido di salsedine ai piedi del Vesuvio. Il curatore dell’antologia Pietro Nardiello nell’introduzione mette a fuoco il fulcro del libro: “Una città e una squadra, Napoli e il Napoli, due facce della stessa medaglia”. I racconti vogliono collocare in una dimensione rosa un mondo scandito dall’urlo del gol, e non un gol qualunque, ma sempre uno in particolare che è incasellato in appendice del libro. E l’urlo del gol ieri come oggi viene per lo più dalla radio, perché come scrive Carlo Verna nella prefazione: “Il radiocronista è contemporaneamente l’occhio e il cuore di chi non c’è” allo stadio e “passa in qualche modo la palla a chi ascolta”, in questo caso a chi legge…

You May Also Like

Federico Lazzerini, le chiavi di lettura del marketing post Covid

La rivincita di “carta e penna” nei giovani

“Green girls” di Christiana Ruggeri: gli esempi virtuosi di 32 giovani ribelli per amore del pianeta

Giusy Sciacca: la “Virità” è che la Sicilia alimenta la sua penna creativa